Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Puglia chiama Svizzera: le "quasi bombette" Gruyére e Sbrinz

La Svizzera sarà pure un paese neutrale, ma mica la prenderanno male se li bombardiamo con le succulente "bombette"?

Anzi, siamo convinti che se le guerre si facessero a suon di bombette diventeremmo tutti guerrafondai armati di brace e fettone di pane.

Delle bombette vi avevamo accennato velocemente QUI con una foto, ma cosa sono?

Dei deliziosi involtini di carne tipici della Valle d'Itria e della Murgia di solito preparati con capocollo condito con un po' di pepe, sale, prezzemolo e caciocavallo (talvolta anche con una fetta di pancetta) disponibili nelle macellerie che spesso sono anche bracerie, così potete prenderli anche già cotti in un cartocetto (se è la porzione singola) o in bel incarto grosso (se viene un gruppo di amici).

Certo li trovate anche in qualche ristorante, ma il cartoccetto da mangiare per strada è sicuramente molto più gustoso.

Lo street food in Italia ha ottime e lunghe tradizioni, ogni regione ha la sua delizia da sbocconcellare per strada, ma la Puglia (per dirla come i ggggiovini) "spacca".

Essì non sarà mica un caso che proprio in Puglia, ad Altamura, il colosso americano dei fast food (quello con MC, proprio lui) dopo un anno ha chiuso battuto dalla focaccia.

E così prima di preparare questa ricetta procacciatevi una pagnotta di Altamura per accompagnare gli involtini, buttate (ok è peccato buttare, ma almeno mettetela via) la cocacola nominale, tirate fuori un buon vino rosso (casomai restate in tema con uno pugliese) e mettete nel DVD una copia di Focaccia Blues, il documentario di Cerasola che vi farà scoprire come la focacceria ha battuto il fastfood, e godetevi la serata di relax.

Dopo questo preambolo penserete che siamo dei talebani dei prodotti italici, ma in realtà ci piacciono le cose buone, da qualsiasi posto vengano ... anche dalla Svizzera.

E cosa viene di così buono dalla nazione che tutti ricordiamo per le mucche e km di prati verdi? Beh il formaggio! 

Così abbiamo deciso di violare la ricetta classica e di fare delle "quasi bombette", quasi perché partono da quell'idea e poi prendono un'altra strada.

La cucina, come l'amore, unisce posti, idee, culture così lontane che mai l'avreste detto.

Il formaggio svizzero ha incontrato la bombetta e le ha fatto gli occhi dolci; lei non ha resistito, ha aperto le braccia, ha fatto andare via il caciocavallo e si è abbracciata al nordico formaggio e così si sono innamorati, dando vita a un involtino nuovo, ma sempre buono ^_^

Puglia chiama Svizzera: le "quasi bombette" Gruyére e Sbrinz

Ingredienti

capocollo

tagliato sottilissimo, se non ve lo taglia sottilissimo cazziatelo e fateglielo ritagliare;

ogni fettina = 1 involtino (noi ne mangiamo minimo 8 a testa, ma siamo senza fondo...5 a testa possono andar bene se siete delicatini)

sale e pepe q.b. (ma sale poco)

formaggio nell’originale caciocavallo, noi sbrinz e gruyére

variabile

volendo inserite anche una fettina sottilissima di pancetta, ma in questo caso ancora più attenti con il sale!

Puglia chiama Svizzera: le "quasi bombette" Gruyére e Sbrinz

Procedimento

Condire ogni fettina con un po' di pepe e pochissimo sale (se aggiungete anche dei salumi noi elimineremmo il sale) e aggiungere un pezzetto di formaggio.

Chiudere a pacchettino con lo stuzzicadenti (se ne fate di diverse tipoligie li potete differenziare come abbiamo fatto noi: uno stuzzicadenti per quelli al gruyére e due per quelli allo sbrinz).

L'ideale sarebbe grigliarli sulla brace, se ne siete privi (come noi) fateli in padella con pochissimo olio.

Noi siamo andati dal gioielliere a comprare la carne e nello specifico era un maiale a dieta tisanoreica e massaggiato a mano, ma di solito è ben più grasso quindi pocopoco olio.

Lasciateli cuocere a fuoco basso.

Con questa ricetta, se non lo avevate capito, partecipiamo a "Swiss Cheese Parade" ilcotest di peperoniepatate e Formaggi Svizzeri.

Puglia chiama Svizzera: le "quasi bombette" Gruyére e Sbrinz

E visto che abbiamo mixato un piatto tradizionale del sud Italia con con ingrediente del centro Europa, beh a noi ci pareva proprio la ricetta perfetta per partecipare al contest di Vaty "Contaminazioni. La cucina che unisce più tradizioni".

 

 

 

Puglia chiama Svizzera: le "quasi bombette" Gruyére e Sbrinz

Commenta il post

vaty 10/24/2013 15:17

"Il formaggio svizzero ha incontrato la bombetta e le ha fatto gli occhi dolci; lei non ha resistito, ha aperto le braccia, ha fatto andare via il caciocavallo e si è abbracciata al nordico formaggio e così si sono innamorati, dando vita a un involtino nuovo, ma sempre buono ^_^"
io VI ADORO.
già quando esordite con "Noi .." inizio già a sorridere (il motivo sta ancora in quella bellissima risposta che avete dato a chi-sapete-voi!! :D)
Davvero simpatica questa contaminazione però ancora sorrido " lei ha aperto...... le braccia, ha fatto andare via il caciocavallo .. ;-)
ricetta inserita! grazie per la partecipazione e ovviamento in bocca al..caciocavallo!! ihihihih

labandadeibroccoli 10/25/2013 09:38

ciao Vaty! felici che ti piaccia ^_^
ahah la risposta a chi-sappiamo-noi :D
che poi avevamo posto delle domande e non abbiamo avuto risposta, ma ce ne facciamo una ragione :D