Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Mangia bene, mangia sano ... mangia solo italiano (?)

Un po', un bel po', di tempo fa Wayne Curtis ha scritto sul The Atlantic un articolo che riguardava il Fernet Branca, ma sarebbe più corretto definirlo un'apologia del noto liquore italiano.
Il giornalista parla del terroir peculiarità dei vini, ovvero il saper rendere il gusto del territorio d'origine. Questa caratteristica non si può ritrovare nei superalcolici a causa dei procedimenti di distillazione e per questo conia il termine tempor ad indicare che sorseggiando un bicchiere di Fernet è  possibile rievocare tutto un mondo: la dimensione persa di un'Italia romanticamente caotica, elegantemente demodè.
E' quasi commovente il modo in cui Curtis ci decanta il liquore e nella nostra mente, mentre leggevamo, si è creata l'immagine di un'enorme bottiglia verdone che pronunciava i versi di Pier Paolo Pasolini: "Io sono una forza del passato. Solo nella tradizione è il  mio amore" (liberamente tratto per nostra folle associazione da "La ricotta")
Assicuriamo che non facciamo uso di droghe, forse siamo facilmente suggestionabili :)
Adesso ci domandiamo: perché un giornalista americano esalta e porta a fasti internazionali un prodotto italiano mentre da noi non si fa che affossare il made in italy?
Non sappiamo darci risposta, ci sentiamo un po' come Montale... "Codesto solo oggi possiamo dirti:/ciò che non siamo, ciò che non vogliamo".
"Non siamo" dei fini degustatori, nè amanti tout court del mondo americano, ma è pur vero che dall'altro lato dell'oceano se la massa mangia hamburger, se le politiche estere sono spesse volte deprecabili, etc. etc. resta una minoranza di menti brillanti.
Allora diciamo anche che "non vogliamo" affidarci alla minoranza che costituisce l'intelligenzia americana per apprezzare e far amare i nostri prodotti o in generale "il prodotto Italia", ci piacerebbe che anche la nostra classe dirigente potesse amare il nostro territorio come  un giornalista straniero e potesse impegnarsi in ambito di valorizzazione.  Ah la Valorizzazione, termine iperusato di cui sono zeppi i vari documenti di programmazione, ma lo sanno cosa significa? Forse i nostri adorati governanti dovrebbero fare un corso intensivo di italiano e non parlare solo dialetto!
Per carità amiamo le tradizioni,  la storia e consideriamo il dialetto alla stregua di un bene culturale da tutelare... ma non siamo per nulla d'accordo con la visione leghista del dialetto come unica lingua parlata e parlabile anche perchè si creano seri problemi di incomunicabilità, basti vedere il caso Zaia.
Secondo voi ha capito cosa stava facendo quando ha deciso di lanciare niente popò di meno che il Ministero delle Politiche Agricole in questa ridicola joint venture con Mc Donald's?
Secondo voi è normale rilanciare i prodotti tipici locali associandoli all'icona del mangiar male e del prodotto scadente? Chissà perchè non rilanciare l'olio extra vergine associandolo a quello dei freni?!?...
Chissà, forse è solo un nostro problema e siamo noi a non riuscire a capire le fini strategie di marketing, forse un giorno potremo capire e chiederemo venia per le parole un pò irate che abbiamo sprecato...ma hic et nunc ci sentiamo pienamente d'accordo con Matthew Fort quando parla di "monstrous act of national betrayal".
Non vi tediamo oltre, ma per ulteriori informazioni potete andare sul sito di altroconsumo
Intanto vi salutiamo con un sorriso :) 


[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=DsfyJLVxtR8]

Commenta il post

Ornella 01/05/2011 15:53

Dirvi che condivido è superfluo!!!!
Non voglio farvi però mancare i complimenti per lo stile del post... Ecchecavolo, quanno ce vo',ce vo'!!!!!!ahahahahah...
Baci

labandeibroccoli 02/24/2010 19:47

Grazie mille, Ernest!
Ci è uscito proprio dal cuore, anzi dallo stomaco!

Ernest 02/24/2010 16:42

complimenti bel post!
un saluto

labandeibroccoli 02/22/2010 10:07

Vale, eccome se vale! Grazie Gioia

Gioia 02/22/2010 09:55

nice post.. soprattutto per quella citazione di Pasolini che ora ti scipperò per il mio blog
ah, è proprio vero che PPP è una fonte inesauribile nn solo di profezie avveratesi, ma anche di meravigliose citazioni. Sulle imperscrutabili strade del marketing, anche, nn posso che darti ragione, ma il mio parere vale molto poco, sorry